La famiglia delle mini gru Jekko si amplia e accoglie la SPX650, il nuovo e atteso modello con capacità massima di sollevamento di 5 tonnellate che concentra tutte le ultime importanti innovazioni proposte dall’azienda trevigiana. La nuova SPX650, infatti, presenta numerose soluzioni tecniche all’avanguardia applicate con successo ai due recenti – ma già ampiamente apprezzati – modelli SPX532 e SPX1280.

Accantonato l’originario progetto di presentazione ufficiale della macchina alla fiera Apex di Maastricht, slittata dal giugno di quest’anno a giugno 2021 a causa dell’emergenza sanitaria legata a Covid-19, Jekko farà conoscere al mondo la nuova SPX650 attraverso una diretta streaming programmata per il prossimo luglio. In attesa dell’evento, tuttavia, è già possibile analizzare in anteprima alcune delle principali caratteristiche e funzionalità della macchina.

 

 

La SPX650 è equipaggiata con un nuovo jib idraulico a 3 estensioni da 1,2 ton e un nuovo runner jib da 2 ton, per un’altezza massima raggiungibile di ben 23,5 m. Come avviene per la sorella minore SPX532, il jib può essere stoccato in tre modalità: a terra o riposto sulla colonna, per permettere all’operatore di lavorare con il braccio principale, oppure agganciato e ripiegato sotto il braccio principale per permettere all’operatore di lavorare con il jib senza necessità di installazione. Si ritrova nella SPX650 anche il nuovo sistema di stabilizzazione introdotto con la sorella maggiore SPX1280: il software, a seconda dell’angolo di apertura e dell’estensione degli stabilizzatori, nonché all’eventuale impiego della zavorra, è in grado di determinare in tempo reale la capacità massima di sollevamento in un determinato punto, per illimitate configurazioni operative. Gli stabilizzatori presentano una doppia estensione per un’area minima di stabilizzazione assai ridotta, di 2,9 x 2,9 m (4,5 x 4,5 m invece l’area massima). Dalla SPX1280 la nuova SPX650 eredita anche il raffinato sistema idraulico, che rende i movimenti della gru fluidi e precisi e consente di lavorare in contemporanea con quattro funzioni. Tutte le funzionalità e i movimenti della gru e i suoi accessori sono controllabili direttamente dal pratico radiocomando con software sviluppato internamente da Jekko ed interfaccia utente intuitiva. La SPX650, in consegna a partire dalla seconda metà del 2020, sarà disponibile da subito nella versione alimentata a batteria a litio, dal 2021 potrà essere configurata invece anche nella versione con motore diesel abbinato ad un motore elettrico monofase o trifase.

“La SPX650 ha l’obiettivo di arricchire ulteriormente la nostra gamma di mini gru, colmando il vuoto tra i modelli SPX532 e SPX1280 per quanto riguarda la capacità massima di sollevamento.– Spiega Alberto Franceschini, Export Sales Manager di Jekko – Si tratta dell’ennesima scommessa di Jekko, ma i risultati più che positivi ottenuti dai modelli SPX532 e SPX1280 ci confermano che le soluzioni finora proposte hanno incontrato le esigenze del nostro pubblico: versatilità, elevate performance abbinate a dimensioni compatte ed aree di stabilizzazione ridotte, facilità di utilizzo, per non menzionare la crescente attenzione alla tematica ambientale connessa all’impiego di batterie a litio.  In questo progetto abbiamo concentrato il meglio della tecnologia sinora sviluppata, ulteriormente migliorata, senza tralasciare il design e naturalmente la qualità dei materiali. Ma non voglio anticiparvi troppo!”.

Appuntamento allora a luglio 2020 per conoscere l’ultima arrivata, la SPX650!

 

Per maggiori info

Guadagna tempo, contattaci o richiedi una videochiamata!

Voglio iscrivermi alla newsletter Jekko e/o ricevere vostre informative

Menu
Lingua
Social